Home Page
  • 20 mar
    2017
    LETTERA DEL VESCOVO DI POZZUOLI ALLA COMUNITÀ PARROCCHIALE DI

    A conclusione della Visita Pastorale, il Vescovo di Pozzuoli, Mons. Gennaro Pascarella, ha inviato alla comunità parrocchiale una Lettera, che è insieme sintesi di quanto vissuto nei giorni della Visita e orientamento per il lavoro pastorale che ci attene nel prossimo futuro.
    Certi di fare cosa gradita ai nostri fedeli, pubblichiamo integralmente il testo della Lettera.


                                                                                                                              Pozzuoli 18 marzo 2017
     
    Carissimo don Pino,
    Carissimi operatori pastorali,
    Carissimi fratelli e sorelle tutti,
     
              Questa Lettera vi arriva mentre siamo nel vivo del cammino di Quaresima, tempo di conversione e di rinnovamento, tempo privilegiato di ascolto della Parola di Dio, tempo di riscoperta dell’essenziale della vita, tempo di speranza. Il Signore vi doni di accelerare, radicati nell’”oggi”, il cammino verso la Pasqua. La luce del Risorto illumini la vostra vita.
              È la luce che scaturisce da Cristo Crocifisso e Risorto, che ha proiettato i suoi raggi luminosi nell’ora oscura, che abbiamo vissuto insieme per la morte del diacono permanente Pasquale. Gesù ha fatta sua l’amarezza, l’angoscia, la tristezza, la paura, il distacco che la morte porta con sé, aprendo orizzonti sull’eterno.
              La Visita pastorale ha avuto questo timbro di essenzialità, di immersione nel mistero di angoscia e di speranza, di buio e di luce, di morte e di vita del Cristo. La morte di Pasquale ci ha riportato, anche se drammaticamente, al nucleo centrale dell’annuncio cristiano: Cristo che era morto è risorto ed anche noi moriremo e risorgeremo con Lui. Crediamo a questo? È questo annuncio il fondamento della nostra fede, del nostro essere cristiani, del nostro essere Chiesa.
               La Chiesa è chiamata innanzitutto a rendere presente il Cristo in ogni luogo e in ogni tempo.  Una Chiesa senza Cristo non ha senso; ma è anche vero che Cristo continua ad essere presente attraverso la Chiesa, santa e peccatrice insieme. Non c’è Chiesa senza Cristo, ma anche non si può staccare il Cristo dalla Chiesa!
               La vostra comunità parrocchiale è chiamata a testimoniare sempre più il Signore. 
               La comunità è il luogo della manifestazione del Signore (cfr. Mt 18,20); ma può essere anche il luogo del “divisore”, di “satana”, il luogo, in cui si manifesta il male della divisione, il luogo dei dissensi, degli inganni, delle rivalità. È un bene prezioso, necessario, da riconoscere e da salvaguardare. 
               Essere comunità non è tanto un fatto funzionale: l’unione fa la forza! È rivelazione del Dio Trinità. Gesù, la sera prima di morire ha chiesto al Padre l’unità dei suoi discepoli “perché il mondo creda”. La prima evangelizzazione è la tensione all’unità di tutti i membri della comunità.

              Ho constatato la carenza di strutture, che limita le attività pastorali; ma ho notato anche la vostra creatività per non lasciarvi bloccare. Ho gioito nell’ascoltare l’esperienza dell’oratorio. C’era entusiasmo negli animatori, pur non nascondendo le difficoltà. Vorrei esortarvi a continuare e a crescere in questa concreta attenzione agli adolescenti e ai giovani. La loro attiva presenza è non solo segno della vitalità delle nostre comunità parrocchiali, ma anche fondamento per il loro futuro.
        
              Una realtà in sofferenza è la famiglia. C’è un attacco ideologico a questa istituzione.  Per tanti motivi, non ultimi quelli economici, tante famiglie sono “ferite”. Come la comunità parrocchiale può essere accanto a loro come buon Samaritano? E, nello stesso tempo, come annunciare e testimoniare la bellezza e la fattibilità del progetto di Dio sul matrimonio e sulla famiglia? È auspicabile che ci sia un’attenzione specifica al matrimonio e alla famiglia in parrocchia. Può essere utile un “gruppo famiglia”, allargato ad altre famiglie della parrocchia. 

               I catechisti dell’iniziazione cristiana dei fanciulli trovano difficoltà a coinvolgere i genitori nel cammino di fede dei loro figli. Bisogna ripensare con creatività a nuove modalità per far porre domande riguardo alla fede agli adulti.

              Nel Consiglio Pastorale Parrocchiale, a cui ho partecipato, ho notato che c’è un buon dialogo tra voi. Sentitevi sempre più corresponsabili della vita della parrocchia, date sempre più attenzione alle sfide che il territorio vi pone. Sappiate sempre meglio coniugare la franchezza nel parlare con l’umiltà e l’ascolto reciproco profondo.

              La sinodalità sia il vostro stile.
     
    Sorelle e fratelli carissimi,
              In questi giorni ho letto un libro sul beato Charles de Foucauld (1858-1916) e vorrei condividere con voi due brani, che possono aiutarvi in questo tempo di Quaresima a riscoprire il “sacramento” del fratello e la necessità per essere discepoli di Gesù dell’ascolto assiduo della Parola.
             «Noi consideriamo ogni ospite, povero, malato che venga da noi come un essere sacro, un essere in cui Gesù vive, una cosa indicibilmente santa, qualunque sia la scorza di peccato e di male che avvolge talvolta queste povere anime» [1].
            «Accettiamo il Vangelo, è per mezzo del Vangelo, secondo il Vangelo che saremo giudicati. Non secondo questo o quel libro di questo o quel maestro spirituale, di questo o quel dottore, di questo o quel santo, ma secondo il Vangelo di Gesù, secondo le parole di Gesù, i consigli di Gesù, gli insegnamenti di Gesù»[2].
             La lettura quotidiana delle Scritture e soprattutto del Vangelo ci “impregni” «con la sua grazia, così intimamente da pensare i suoi pensieri, dire le sue parole, fare le sue azioni, per quanto ci sarà possibile»[3].
     
          Mentre vi ringrazio ancora per la fraterna e cordiale accoglienza,
          invoco su tutti voi la benedizione del Signore.
     
    [1] Fratel MichaelDavide, Charles de Foucauld Esploratore e profeta di fraternità universale, Cinisello Balsamo 2016, p. 20
    [2] Ivi, p. 30
    [3] Ivi, p. 27

     
  • 20 mar
    2017
    PROSSIMI APPUNTAMENTI IN QUARESIMA

    Mercoledì 22 Marzo (ore 19,15-Salone Parrocchiale)
    Incontro di spiritualità
    “Ilia: una lampada vivente ai piedi di Gesù Eucaristia”
    Incontro sulla vita e la spiritualità della venerabile Madre Ilia Corsaro (a cura di suor Teresa Caianello)


     

    Venerdì 31 Marzo (ore 19,30 - Chiesa di Sant'Anna)
    Adorazione Eucaristica Comunitaria organizzata dai diversi gruppi parrocchiali

     

     

    Domenica 2 Aprile
    Domenica di carità

    Durante tutte le Messe (ore 9 - 10,30 - 12), siamo invitati a donare ai più bisognosi generi alimentari e di prima necessità.

     

    29 marzo - 12 aprile - 26 aprile - 10 maggio (Salone Parrocchiale - ore 20)
    “ORGANIZZATE LA SPERANZA!” (San Giovanni Paolo II)
    Incontri di formazione della Caritas Parrocchiale 

     

     

  • 04 mar
    2017
    APPUNTAMENTI PER LA QUARESIMA
     
     
    Per vivere in modo comunitario il cammino della Quaresima, prendi nota dei seguenti appuntamenti:
     
    ADORAZIONE EUCARISTICA
    Giovedì 16 - Sabato 18 Marzo (ore 9,30-18,30)
    “Venite e pregate per non cadere in tentazione!”: Solenne Esposizione Eucaristica Prolungata (Quarantore) 
    Venerdì 31 Marzo (ore 19,30)
    Adorazione Eucaristica Comunitaria organizzata dai diversi gruppi parrocchiali
     
    VIA CRUCIS
    Ogni Venerdì: dopo la Messa delle 18,30
     
    TEMPO RISERVATO AL SACRAMENTO DELLA RICONCILIAZIONE
    Ogni Venerdì: dalle 9,30 alle 11,30, e dalle 17,30 alle 18,30.
    Per ogni altra esigenza al di fuori di questi orari, prendere contatto direttamente con il Parroco.
     
    DOMENICA DELLA CARITÀ
    2 Aprile: Durante tutte le Sante Messe (ore 9 - 10,30 - 12), siamo invitati a donare ai più bisognosi generi alimentari e di prima necessità.
     
    INCONTRO DI SPIRITUALITÀ
    Mercoledì 22 Marzo (ore 19,15 – Salone Parrocchiale)
    “Ilia: una lampada vivente ai piedi di Gesù Eucaristia”
    Incontro sulla vita e la spiritualità della venerabile Madre Ilia Corsaro (a cura di suor Teresa Caianello)
     
ORARIO CELEBRAZIONI
  • MESSA FESTIVA
    ore 9.00 - Materdomini
    ore 10.30 Sant'Anna
    ore 12.00 Sant'Anna

    Nei mesi estivi da luglio a settembre le celebrazioni saranno effettuate alle 9.00 e alle 11.30 nella chiesa di Materdomini
     
  • MESSA FERIALE
    Ora solare:
    9.00 - Materdomini
    18.30 - Sant’Anna
    Ora legale:
    9.00 - Materdomini
    19.00 - Sant’Anna

    Nel mese di agosto verrà celebrata una sola Messa alle ore 19.00 nella chiesa di Materdomini  
ALTRE NEWS IN EVIDENZA
  • 05/02/2017
    IL VESCOVO IN VISITA PASTORALE ALLA PARROCCHIA
  • 05/02/2017
    PERCHÉ E CHE SIGNIFICATO HA LA VISITA PASTORALE DEL VESCOVO
  • 20/08/2016
    PAPA FRANCESCO SUL SINODO
  • 20/08/2016
    PREGHIERA PER IL I SINODO PARROCCHIALE

SPUNTI DI RIFLESSIONE

NEWS DIOCESANE

  • UFFICIO FAMIGLIA E VITA leggi news
  • Conferenza episcopale campana - Linee guida per la recezione della Amoris laetitia leggi news
  • SEGNI DEI TEMPI

    nuovo numero mese di marzo

    leggi news
  • COMUNICATO STAMPA leggi news
Parrocchia
SANTA MARIA MATER DOMINI


Via Lucio Silla, 65 - Bagnoli (NA)
tel. 0815703848